martedì 19 settembre 2017

Strategia se hai la casa all'asta (o ci andrà a breve)

Se hai la casa all’asta, oppure hai paura che ci vada per debiti non pagati,sai cosa succede se la procedura subisce tanti ribassi?

Molte volte la paura che la casa venga venduta al primo esperimento, può essere davvero il sentimento sbagliato, in quanto la vendere la casa a prezzo di mercato, può essere davvero la soluzione definitiva al debito.

Pretendere di rimanerci dentro il più a lungo possibile, porta con se delle conseguenze disastrose.

Se non conosci in dettaglio come funzionano le procedure esecutive e le vendite giudiziarie, sappi che per ogni volta che la tua casa non viene venduta, il prezzo, si abbassa del 25%.

Davvero tanto!

Cioè, rischi che la tua casa pignorata venga venduta all’asta per poco prezzo irrisorio e con quei soldi non ti ci si copra nemmeno le spese legali.
A differenza del sentire comune, rimanere in casa per molto tempo, non è la cosa giusta da fare.

La cosa giusta da fare è vendere appena ne hai l’occasione, estinguere il debito e se guadagni qualcosa, te lo metti in tasca.
Parliamoci chiaro, una casa pignorata, è una casa persa.

“Ma io sono convinto di tenermela!”

Eri anche convinto di molte altre cose, poi un giorno, ti hanno dato quella bruttissima notizia, e una delle tue credenze più forti, se n’è andata al vento.
Mi spiace dirtelo, ma questa è la verità.

Non pensare a come non perdere la casa all’asta, ma come trarne miglior vantaggio.
E’ già persa, perché non spetta più a te decidere se tenerla o meno. E’ già in vendita.

Quindi se è in vendita, non pensi sia meglio venderla al prezzo migliore e conveniente per te, invece che lasciarla svalutare e fare gli interessi di chi non aspetta altro:

- Il valore dell’immobile si abbassa
- Il debito sale per via degli interessi
- Il prezzo prende appetibilità

Sempre più occhi saranno puntati sulla procedura, quindi, più investitori pronti a saltare addosso al tuo immobile.

Se la casa viene venduta, e il prezzo non copre il debito, oltre a perdere la casa, rimani con il debito, vai incontro a nuove procedure esecutive (pignoramento di altri immobili, stipendio, ecc)
Detto questo, la parte sentimentale interviene sempre.

So esattamente in quale situazione tu ti trovi e so anche che i sentimenti incidono ben oltre il novantacinque percento sulle decisioni che le persone prendono.

So benissimo cosa stai pensando, sicuramente hai in testa una di queste certezze che ti frenano nel prendere una decisione:
- Non posso venderla, è la casa dei miei genitori!
- E’ la casa in cui sono nato!
- Abbiamo fatto così tanti sacrifici per questa casa!
- Ho figli minori, dove vado a vivere?
- Non ho un lavoro, chi me lo da un affitto?

Pensi davvero che i creditori abbiano di questi scrupoli?


Detto questo però, puoi ancora recuperare alla situazione.
Si perché, come dicevo prima, se la casa pignorata è praticamente una casa venduta, questione di tempo e prezzo, tanto vale venderla al miglior offerente.

A questo punto sei tu che gestisci il prezzo, ma questa volta al rialzo.
Prova ad immaginare di dover estinguere il pignoramento immobiliare e vendere la casa con calma e al prezzo giusto e toglierti la rogna del debito.
Sarebbe la soluzione al problema.

Non solo, sappi che questa soluzione è accessibile fin da subito e in tempi abbastanza rapidi.
Non sarebbe meglio vendere, estinguere il debito e mettersi dei soldi in tasca?
Fatti due calcoli e parla con il tuo partner, ragionare insieme è molto più produttivo!
Non cercare una soluzione su come non perdere la casa all’asta ma ragiona su come guadagnarci!